Penguin Musume Heart

Una giovane miliardaria otaku e le sue amiche strampalate:

Penguin Musume Heart

Sakura è la figlia di una familia di supermiliardari che è un’otaku da competizione: il cosplay è tutta la sua vita, e segue sempre le ultime puntate delle serie a lei care.
Per decisione dei suoi genitori termina di seguire lezioni private e si inserisce in una normale scuola, nella quale incontra Kujira, che è assolutamente identica alla sua eroina preferita! Tra mille difficoltà e personaggi che vogliono la sua pelle, seguiremo pertanto la vita delle curiose protagoniste.

Le premesse erano accettabili, per poter realizzare una serie di 22 puntate da soli 10 minuti: riferimenti ad altri anime, delirio nonsense, violenza comica e tanta stupidità potrebbero sembrare un buon mix.
In questo caso, purtroppo, sono riusciti a fallire in quasi tutti gli aspetti. Nella prima quindicina di puntate, dove la presunta comicità galoppa sovrana, ci si trova con un set di personaggi e situazioni ripetitivissimo: ogni protagonista o comprimario reagisce identicamente ad ogni situazione; tutte le battute sono viste, riviste e straviste; i rari momenti di serietà tirano fuori dei discorsi di una banalità impressionante. Bisogna dire che qualche risatina qui e là può anche scappare: generalmente è legata alla violenza di Kujira contro Sakura, ma non c’è molto altro.
Nelle ultime puntate, quando le cose si fanno un po’ più serie, discorsi e situazioni seguono la bassa qualità di quanto sinora già visto: si continua con banalità e uscite scontate, con dei processi mentali paragonabili a quelli di un bimbo di tre anni. Anche il momento clou, quando si arriva al climax della situazione, riesce velocemente a deludere e a risultare originale ma insoddisfacente.

Sui personaggi c’è poco da dire: Sakura dice di essere un’otaku e nelle prime puntate accenna a ciò molte volte, ma la cosa sembra non influenzare la serie. Niente riferimenti ad altri anime (a parte, ogni tanto, nei titoli delle puntate); i commenti che la protagonista fa sulla sua serie preferita (inesistente) sono banali. Anche il comportamento che costei tiene è abbastanza squallido, facendo quasi vedere che un amante degli anime risulta uno sfigato incapace di pensare ad altro, dissociato dalla realtà. Non che ciò non sia vero, ma eviterei di mettere tale messaggio in un anime che presumibilmente verrà visto dalle persone che si pigliano in giro…
Gli altri comprimari non sono nulla di che: si presentano con varie peculiarità ma le perdono abbastanza in fretta, diventando parte dello sfondo. Inoltre, generalmente tali personaggi sono utili per mostrare quantità esagerate di pantyshot e tette ballonzolanti, tanto per offendere ancora un po’ l’intelligenza dello spettatore.

Il disegno non è nulla di che, ma nel 2008 ci si potrebbe aspettare qualcosina di un po’ meglio; le musiche sono relativamente anonime, con un’opening abbastanza carina e un’ending abbastanza bruttina.

Insomma, Penguin Musume Heart tenta di essere un anime semi-nonsense con riferimenti otaku, e manca il suo bersaglio di migliaia di chilometri. L’umorismo colpisce un paio di volte all’inizio (non posso dire non aver mai ridacchiato), e poi diventa stantìo e ripetitivo, facendo sembrare le puntate lunghe un’eternità, anche se son solo di dieci minuti.

Voto: 5. Se cercate qualcosa di divertente, guardate altrove. Se cercate riferimenti otaku, guardate altrove.

Consigliato a: chi cerca una buona quantità di fanservice; chi ride delle battute anche se vengono dette 500 volte; chi vuol sentire le suonerie più terribili del mondo degli anime.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...