Hunter X Hunter OVA Serie 2

…ed ecco la seconda infornata di OVA al seguito della serie principale.

Hunter X Hunter: OVA Serie 2

Ancora una volta, la storia ricomincia dove la precedente finisce. Kurapica ha momentaneamente regolato i conti con i Ragni, e parte per lavoro: Leorio, invece, ha degli esami per diventare medico. Ci ritroviamo pertanto nuovamente con Gon e Killua, che stavolta si rimettono al lavoro per cercare il padre di Gon.
Già dalla prima serie si sapeva che avrebbero dovuto giocare al videogioco Greed Island per avere ulteriori informazioni, ma ora la possibilità si presenta e i due protagonisti possono immergersi in tale gioco, che ha come posta in gioco la vita! Riusciranno a scoprire ulteriori indizi sulla locazione del padre di Gon? Come funzion questo gioco, e come mai così tanta gente ci è dentro da anni?

In queste otto puntate succede ben poco. Il passo torna a rallentare in maniera notevole, tanto che Gon e Killua entrano effettivamente nel gioco a puntata 5 su 8, con le precedenti quattro composte da inutili preparativi (oltre, ovviamente, all’acquisizione in poche ore di nuove tecniche per distruggere muri e lanciare fulmini), e ben poco tempo viene lasciato alla trama in sé.
Una volta entrati in Greed Island, ci si ritrova con un ibrido tra un MMORPG e un gioco di carte collezionabili: magari nel 2001 queste due idee erano relativamente originali (perlomeno l’idea di mischiarle insieme, dato che Yu-Gi-Oh! è del 1998), ma al giorno d’oggi la cosa è abbastanza scontata. Bisogna dire, a onor del vero, che le regole del gioco non sono così ovvie e in questo è stato fatto un buon lavoro.

I personaggi, in sole otto puntate, han ben poco da svilupparsi. Killua e Gon sono sempre i soliti due (sebbene Gon sia sempre meno fastidioso, e in questa serie anche se ha il ruolo da protagonista non ammorba l’aria con le sue pensate da sognatore): l’unico personaggio di una certa importanza che si inserisce nella storia compare alla penultima puntata, e quindi non ha alcun tempo di far capire le sue qualità o difetti, se non quelli più evidenti.

Il disegno è ulteriormente migliorato, diventando piacevole: le musiche sono sulla linea della prima serie di OVA, carine ma nulla di che.

Insomma, la seconda serie di OVA di Hunter X Hunter non è terribile, ma ha un fondamentale difetto: è totalmente inutile. Non racconta nulla ma è solo un ponte tra la prima e la terza serie di OVA, però dopo tali puntate si dovette attendere un anno per saperne il seguito: che sia come stand-alone o come sequel della prima serie di OVA, queste otto puntate non vanno assolutamente da nessuna parte.

Voto: 6. Sufficienza raggiunta solo perché ci sono un paio di idee carine e perché Gon è migliorato nel suo atteggiamento.

Consigliato a: chi ha visto la prima serie di OVA, e ha intenzione di vedere la terza; chi non si offende con dei ritmi lenti e senza combattimenti dove, secondo logica, dovrebbero essercene millemila; chi vuol conoscere il metodo superlamer segreto per sconfiggere i ciclopi – Ulisse docet.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...