Skullman

Mistero e tradimento in un noir moderno:

Skullman

Dopo alcuni misteriosi omicidi nella città di Ootomo, Hayato -un reporter senza gran fama- decide di tornare nella città in cui è nato e in cui sta succedendo tutto ciò, a caccia del grande scoop.
Ben presto, assieme alla sua improvvisata assistente, capisce che le cose sono ben più complicate di quanto sembrano… la stampa pare mascherare i dettagli nelle notizie del misterioso “Skullman” che uccide degli innocenti. Come mai? Cosa si cela dietro a tutto ciò? Fino a che punto il tessuto stesso della città è coinvolto in loschi affari?

Di Skullman mi ha subito colpito l’ambientazione, piazzata negli anni ’80 ma che talvolta, con musiche e situazioni, pare scivolare in un noir anni ’20 molto apprezzabile. Ci sono anche dei vaghissimi accenni ad alcune caratteristiche cyberpunk (il controllo delle forze dell’ordine, la censura delle notizie, la corruzione delle forze dell’ordine) che rendono questo anime un minestrone di generi che però non risulta indigesto, bensì molto gradevole.
Aggiungiamo a tutto ciò intrighi militari, multinazionali farmaceutiche, antichi dissapori, problemi successori e amori di vecchia data e il mistero è servito!

La storia in sé è il punto principale, perché viene presentato un mistero che per tutte le tredici puntate di questa serie non fa che svilupparsi a passo sostenuto: è difficile trovare anche solo una singola sbavatura nel procedere della storia, che coinvolge a più livelli sempre più persone e situazioni. Nel perfetto stile noir ognuno ha qualcosa da nascondere, tutti sembrano pronti a tradire chiunque altro, il male si annida ovunque e fidarsi è un lusso che spesso non ci si può concedere: riescono tuttavia a non cadere nel tragico o nell’opprimente, mantenendo un tono serio ma non pesante che permette di guardare le puntate in tranquillità.
L’attenzione è tenuta alta da rivelazioni che continuano a completare il quadro completo che lo spettatore si trova man mano a contemplare, in maniera molto sapiente.
Nel finale forse le vicende oltrepassano il limite della complessità per mettere un piede nel confusionario, con l’ultimo paio di puntate talmente denso di avvenimenti da far sì che il tutto risulta un po’ indigesto: in ogni caso, nulla di insopportabile – e il filo principale della storia viene seguito senza alcun problema.

I personaggi sono ben fatti, anche se non particolarmente elaborati: agiscono in maniera coerente e logica, in virtù dei segreti che essi nascondono. Il protagonista di per sé si sviluppa passando da reporter a caccia di notizie a detective e, man mano che i suoi cari vengono coinvolti, il suo coinvolgimento aumenta sempre più.

La grafica è buona anche se non spettacolare, e fa il suo dovere: le scene d’azione, seppur non tantissime, sono ben fatte ed intriganti.
Il sonoro è all’altezza della situazione nell’opening, per poi risultare un po’ anonima durante la serie.

Insomma, Skullman è una piccola perla narrativa per chi vuole una storia corposa ed intrigante che si muove a passo veloce. Va inoltre detto che il finale, anche se non è un “to be continued”, lascia intravedere la possibilità di uno sviluppo ulteriore.
Andando a vedere le origini di questo anime (il manga da cui è tratto), si vede difatti che la serie si evolve in una storia ancor più ampia ed articolata… spero che provvederanno ad animare anche il resto, se manterranno la qualità qui dimostrata.

Voto: 8,5. Mi aspettavo una storiuccia simpatica, e mi son trovato tra le mani un ottimo saggio di narrazione.

Consigliato a: chi vuole qualcosa di massiccio da vedere, non in puntate ma in avvenimenti; chi apprezza i misteri e i noir; chi vuol conoscere l’assistente più casuale del mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...