Toki wo Kakeru Shoujo

Time waits for noone.

Toki wo Kakeru Shoujo

Questo anime, il cui titolo vuol dire “la ragazza che salta saltava nel tempo (The girl who leapt through time), narra delle vicende di Makoto. A causa di un fortuito incidente, costei guadagna la possibilità di riavvolgere il tempo, e rivivere situazioni adattandole al suo bisogno. In un primo momento usa tale vantaggio per ottenere il massimo divertimento dalla vita, ma quando tenta di evitare situazioni scomode o problemi le situazioni si complicano, accumulando sempre più problematiche e scavandosi la fossa da sola nel tentativo di riparare ai danni fatti…

La prima cosa che colpisce di questo anime è sicuramente l’animazione, assolutamente meravigliosa. Sfondi e paesaggi che sembrano dipinti, con un’animazione semplice ma piena di calore che regala la vita ai suoi personaggi sin dal primo secondo di proiezione. Quando essi iniziano ad interagire tra loro, la meraviglia aumenta sempre più e dopo tre minuti si pensa a Makoto, Chiaki e Kousuke come a dei propri amici, perché sembrano estremamente reali nelle loro reazioni e nel loro parlato.

La storia inizia ovviamente a complicarsi quando Makoto comincia a saltellare nel tempo, e qui forse c’è qualche sbavatura tecnica (che un cultore dell’hard sci-fi non può non notare), con qualche piccolo paradosso negli spostamenti temporali e con la domanda “ma non c’era un modo più semplice di evitare il problema?” che in un paio di occasioni sussiste. Sia tuttavia ben chiaro che questo paio di sbavature nulla tolgono allo sviluppo della situazione che viene a crearsi, e che porta al clou verso i due terzi: la spiegazione di tutto è meravigliosa e assieme struggente, e sebbene non tutto venga spiegato a chiare lettere si capisce la sofferenza di uno dei personaggi, che mai si sarebbe potuta immaginare.

L’avvio verso il finale colpisce per la sua forte emotività, che però non punta soltanto ad una situazione strappalacrime senz’anima: dato anche l’affetto per i personaggi l’empatia è forte e si fa sentire.

L’animazione, come detto prima, è da applausi; la colonna sonora non è da meno, con un paio di canzoni molto azzeccate e le voci dei personaggi estremamente calzanti.

Insomma, Toki wo Kakeru Shoujo è un OVA assolutamente meraviglioso per chi desidera una storia insolita ma non per questo incoerente.
In esso ci si potrebbero leggere tante cose: l’amicizia come valore indissolubile; l’ineluttabilità della crescita; la realizzazione dell’amore solo al momento in cui lo si perde.
Secondo me, tuttavia, la lezione è molto più basilare e molto più importante: non perdete tempo a fuggire dalle cose che vi fanno paura, perché se vi nasconderete ad esse prima o poi verranno a cercarvi e a farvi pagare il conto con gli interessi. Scappare all’evoluzione e alla crescita è come tentare di mettere in pausa il tempo.

E il tempo non aspetta nessuno.

Voto: 9.

Consigliato a: chi vuole una storia davvero originale; chi ama domandarsi cosa sarebbe successo se; chi si diverte con i personaggi un po’ maldestri.

Annunci

2 pensieri riguardo “Toki wo Kakeru Shoujo

  1. Su questo mi aspettavo un tuo commento, devo ammetterlo 😛

    Cmq la prossima volta che ci becchiamo e io son pc- o cd-munito ti porti a casa un miliardo di ore di programmazione 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...