Video Girl Ai

Cosa succede se la ragazza dei nostri sogni si manifesta tramite una videocassetta?

Video Girl AI

Yota è un ragazzo che ha appena ricevuto una cocente delusione d’amore: Moemi, la ragazza che lui segretamente ama, gli ha appena confessato di essere infatuata del suo migliore amico, Takashi. Lui fa buon viso a cattivo gioco, ma la sofferenza è tanta… fino a quando non entra quasi per caso in una videoteca molto particolare, prende una videocassetta e se la guarda a casa.
In quel momento, dal televisore esce Ai: lei è una Video Girl, e il suo compito è, per un mese, sostenere e consolare il suo “padrone” per aiutarlo a superare i momenti difficili che sta passando. Come si svilupperanno le relazioni sentimentali tra i personaggi in gioco?

Bisogna dire una cosa: in Video Girl Ai, si capisce come andrà a finire la storia più o meno al sesto minuto della prima delle sei puntate. Il punto non è molto la storia, ma lo sviluppo dei sentimenti e dei caratteri dei protagonisti.
In questo lato, il procedere è abbastanza stereotipato e ovvio, ma bisogna ricordare che questo anime è di 16 anni fa: non si può quindi pretendere che avesse idee che oggi possano parere innovative.
I personaggi, invece, meritano un discorso a parte: i migliori sono indubbiamente Ai e Takashi. Takashi si dimostra infatti un vero amico, nonostante in un primo momento possa sembrare esattamente il contrario. Ai, invece, si dimostra totalmente pazza e fa schiantare dal ridere con certe sue uscite (soprattutto nelle prime due puntate); lo sviluppo dei suoi sentimenti è semplice ma credibile e struggente.
Yota e Moemi, invece, risultano un po’ sotto tono: probabilmente l’inimicizia sviluppatasi verso Yota è dovuta alle tremende somiglianze riscontrate con eventi passati, ma ogni tanto avrei voluto tirargli un paio di testate sul setto nasale. Moemi, invece, è un po’ una macchietta di contorno, che serve solo a tirare avanti la storia. Ha il pregio di non agire in maniera totalmente ovvia alla fine, ma c’è poco altro da ricordare.

Proprio sul finale, inoltre, c’è la peggior pecca di questa miniserie: l’ultima puntata è tremendamente slegata da tutto il resto, e da una storia d’amore tenta di diventare una valutazione dell’amore e dei suoi pregi/difetti, non riuscendo però nella sua missione. Il nuovo personaggio che s’insinua alla fine della quinta puntata non si amalgama bene con l’ambiente costruito in precedenza, e risulta un po’ fuori posto; essendo su di lui che il finale regge, l’intera struttura diventa un po’ traballante.

I disegni sono nella norma per una produzione del 1992, senza infamia e senza lode: idem dicasi per il lato musicale.

Insomma, Video Girl Ai è una buona storia di sentimenti senza troppe pretese, dal tono allegro e con qualche aspetto moderatamente imprevedibile (la conclusione di Moemi e le reazioni di Takashi); ha qualche pecca, ma risulta guardabilissimo.

Voto: 7,5. Con un finale migliore avrebbe potuto guadagnare qualcosa di più.

Consigliato a: chi ha sempre sognato la donna perfetta che esce dalla TV; chi vuole una storia d’amore breve ma intensa; chi vuol vedere lo special più epocale della storia, a fine puntata2, con i pezzi di puntata dialettali.

Annunci

One thought on “Video Girl Ai

  1. Beh, ti guardi un sacco di serie recenti e poi dimentichi i capisaldi come VGAi? Vergogna! 😛

    In ogni caso ti consiglio di procurarti il manga, è uno gioiello che non si deve perdere per nessun motivo al mondo.

    E visto che ti piacciono le sigle suonate da gente comune su youtube pigliati anche questo http://www.youtube.com/watch?v=v7o0FE2Lf4A

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...