Ninja Scroll

15 anni fa i ninja sapevano già emozionare le folle?

Ninja Scroll

Jubei è un ninja “freelancer”, molto abile, che a causa di un incontro semi-casuale nel quale salva Kagero viene assoldato, non senza difficoltà, per indagare sulla morte di un intero villaggio. La ragazza è l’unica ninja sopravvissuta ad un team di esplorazione che indagava lo stesso mistero, e quindi i due si trovano più o meno a collaborare.
Inutile dire che i problemi anziché diminuire aumentano, e i protagonisti si trovano ben presto a dover affrontare gli otto terribili ninja con poteri di varia natura, oltre ad un suo vecchio nemico che pare tornato dall’inferno…

La storia in sé non è nulla di particolare. Non ci sono grandi rivelazioni e nemmeno colpi di scena, ma essendo questo OAV incentrato puramente sull’azione, la cosa non infastidisce.
Il fulcro di Ninja Scroll sono difatti i combattimenti: sono crudi, violenti, brutali e molto ben realizzati. Spesso sono molto brevi (niente discussioni di ore tra un colpo e l’altro – ottimo!), ma rimangono comunque intensi. Il sangue versato è tanto, e non c’è nessuna censura di alcun genere: è un anime orientato ad un pubblico adulto, e difatti violenza e sesso sono ampiamente presenti.

I personaggi sono pochi, e quindi i creatori hanno potuto farceli conoscere bene nell’ora e mezzo di tempo a loro disposizione: Jubei è un ottimo personaggio, un combattente abile e coraggioso ma non invincibile o moralista. I ragionamenti che fa sono logici e i discorsi sono intelligenti.
Purtroppo lo stesso non si può dire per Kagero, che cade nel cliché della donna combattente con il cuore di pietra che conosce l’eroe e se ne innamora perdutamente senza volerlo ammettere a sé stessa. Le volte in cui parla con Jubei sono disarmanti per la loro banalità, e il discorso-clou tra loro due mi ha abbastanza deluso.
I cattivi sono poco personalizzati, anche perché sarebbero troppi per svilupparli tutti in 90 minuti.

I disegni sono davvero ottimi per essere del 1993: sono molto simili come tratto a quelli di Vampire Hunter D, e realizzati davvero bene. Le musiche passano abbastanza inosservate, ma non arrivano al punto da infastidire.

Insomma, Ninja Scroll è un buon anime d’azione che ha aiutato a segnare la strada per lavori successivi (soprattutto mi ha fatto venire in mente Basilisk). Non è perfetto, ma si difende in maniera più che egregia per la sua età.

Voto: 8.5. Apprezzabilissimo anime d’azione, senza troppe complicazioni.

Consigliato a: chi non si impaurisce davanti a braccia strappate e corpi mutilati; chi vuol vedere un po’ di ninja che si scassano di mazzate in combattimenti molto originali; chi vuol vedere il più antico telefono del mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...