Innocent Venus

Quando tutti ce l’hanno con una bimbina:

Innocent Venus

Nel 2030, la terra è stata devastata da incredibili avenimenti atmosferici (stile l’alba del giorno dopo). Il bilanciamento politico e militare è mutato: è ricominciata la corsa agli armamenti, e le guerre non sono cosa sconosciuta anche su paesi un tempo amici.
In questo contesto ci troviamo a seguire le mosse di Sana (una bimba), Jo e Jin (due uomini decisamente abili con armi e mazzate): li incontriamo mentre stanno scappando da nonsisacosa mentre tentano di liberarsi di nonsisachi.
Questa situazione dura per diverse puntate: si riesce a capire che tutti sono in cerca di Sana (altresì chiamata Venus), me il motivo non viene svelato: quale sarà il mistero di questa ragazzina, che tutti vogliono catturare?

Va detto subito che questo anime punta ad essere una serie d’azione, con una storia improntata sul mistero.
Sul secondo punto, secondo me sono andati troppo in là: sono belle le trame che si sviluppano a poco a poco, ma quando si arriva all’ottava puntata (su dodici) senza sapere quasi nulla più dell’inizio, ci si spinge un po’ troppo in là.
Anche i personaggi risultano eccessivamente ermetici: sarebbe normale per Jo (il classico personaggio semi-muto, che fa parlare le azioni anziché la bocca), ma in questo caso tutti i personaggi mantengono il più assoluto riserbo sui loro pensieri e sulle loro motivazioni, fin quasi all’ultimo. Questo porta a non sviluppare alcun attaccamento ai protagonisti, rendendo molto meno interessante l’anime stesso.
Il finale, inoltre, è davvero insulso a mio parere: è ovvio che “doveva finire così”, ma il modo in cui arrivano alla conclusione è davvero deludente.

Le scene d’azione sono un po’ meglio: quelle con le suit, fatte in CG, sono abbastanza carine -anche se, a mio parere, sembravano un pochino plasticose-; i combattimenti corpo a corpo, effettuati con il disegno classico, sono più carini ma sono davvero pochi e di brevissima durata. La violenza però, in quei brevi momenti, è tanta: se va versato del sangue, la cosa non viene edulcorata.

La parte sonora mi ha lasciato decisamente indifferente: la sigla iniziale è piuttosto anonima, quella finale non è molto migliore e le musiche durante le puntate non sono nulla di che.

Voto: 5.5. Non suscita interesse nello spettatore, e questo è un difetto grave.

Consigliato a: chi ama tanto i combattimenti con i robot; chi non è infastidito dai personaggi insipidi; chi vuol vedere un fake di Capitan Harlock mischiato con Gamon.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...