Black Lagoon

Vi piace Bruce Willis? Se sì, date un’occhiata a

Black Lagoon

La trama è presto detta: Rokuro, un normale “colletto bianco” di una grossa azienda, viene catturato da un trio di pirati durante una sua trasferta attraverso i tropici, mentre stava per consegnare dei documenti dai contenuti a lui ignoti.
Risulta presto chiaro che lui viene considerato come una vittima sacrificale dai suoi capi: disilluso ed amareggiato, decise di unirsi al gruppo di banditi di cui era ostaggio.
I tre fuorilegge sono Benny, uno specialista informatico, Dutch, un immenso omone di colore dalla gargantuesca forza e Revy, una pazza psicopatica assetata di sangue.
Da qui in poi la storia si dipana lungo le vite dei quattro protagonisti e sulle loro avventure a Roanapur, una città interamente formata dai fuorilegge più terribili che da tutto il pianeta si accumulano insieme.

Black Lagoon si presenta come un anime d’azione, e come tale si comporta: le storie sono brevi e non estremamente profonde, della durata media di due o tre puntate, e non ci sono polpettoni sentimentali o contorte storie a lambiccare il cervello dello spettatore.
In questa serie le case sono fatte per essere rase al suolo, le persone per essere ammazzate a fucilate, le automobili per forzare posti di blocco, le armi per essere usate e gli stivali per essere tirati nei denti delle persone.
Dopo un breve periodo d’ambientazione, l’azione è difatti quasi continua: la violenza è tanta, il linguaggio è crudo e il sangue non è lesinato dai colpi dei nostri eroi e dei loro nemici. La pietà non esiste, e vedere Revy che ride in maniera isterica mentre macella persone una dopo l’altra rende l’idea della sua violenza meglio di qualsiasi altra cosa. L’ultima volta che avevo visto un’anima così cruenta in un anime era Alucard di Hellsing…

Va inoltre detto che i personaggi rimangono molto fedeli a sé stessi: nonostante un po’ di sviluppo caratteriale ci sia, le persone non cambiano radicalmente solo perché qualcuno fa loro un discorsetto accurato (come, purtroppo, in genere accade).
Il finale, inoltre, lascia mille porte aperte per ulteriori sviluppi nella serie, ma nel contempo non lascia in sospeso pezzi di trama importanti e concede quindi una sensazione di soddisfazione. Davvero un’ottima pensata, e spero infatti che la serie continui oltre: se così fosse, ne vedremo delle belle.

In virtù di quanto sopra, eviterei la visione di questo anime ai più giovincelli, perché i personaggi sono davvero crudeli e spietati: amici o nemici non conta, perché in questa serie i buoni non ci sono. Ci sono solo diverse graduatorie di cattivi, ma nessuno si avvicina mai nemmeno lontanamente ad un gesto d’altruismo – a Roanapur non c’è spazio per queste cose, se si vuole sopravvivere.

La grafica è piacevole e i combattimenti sono fatti in maniera apprezzabile, anche se non eccelsa: alcuni personaggi hanno stili di combattimento molto particolari (con katane, lame malesi oppure motoseghe…), e questo è sicuramente apprezzabile in un mondo dove tutto sembra regolato dalle armi da fuoco.
L’audio è invece abbastanza anonimo: nonostante un’opening maranzissima e pienamente in stile con la serie, si sono dimenticati la ending (semplicemente non c’è…) e le musiche durante la serie sono abbastanza insipide, anche se non arrivano al punto di disturbare.

Voto: 8,5. Non è un capolavoro, ma quel che fa lo fa bene: intrattiene e fa girare un po’ d’adrenalina. I personaggi, inoltre, sono di un carisma impagabile.

Consigliato a: chi ama le serie d’azione; chi vuol vedere la vera cattiveria; chi vuole imparare un po’ di nuove parolacce in giapponese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...