The Third

Tutto può essere tagliato? Ebbene sì!

The Third

In questo mondo futuro, quasi annientato da una passata guerra e oramai desertico, Honoka è una guerriera tuttofare. Gira per il deserto lavorando assieme al suo compagno e guardiano Bogie, una mente artificiale connessa ad un carro armato di ragguardevoli dimensioni. Lei è una Sword Dancer, abilissima nell’uso della spada e capace di trinciare più o meno qualsiasi cosa.
Nell’ambientazione in cui ci troviamo l’utilizzo della tecnologia è frenato dal Technos Taboo, imposto dai Third per evitare che troppo potere finisca nelle mani degli umani.
I Third sono dei “mutanti”, delle persone con un terzo occhio che possono controllare a volere la tecnologia, e per questo sono in pratica i governanti del pianeta: violare il Technos Taboo porta a tremende conseguenze.

La storia si sviluppa seguendo le gesta di Honoka e di Bogie, assieme agli altri compagni che man mano si aggiungono alla loro compagnìa: alcuni personaggi (come Ikus) guadagnano con il tempo sempre più importanza, mantenendo tuttavia la loro aura di mistero.

Uno dei punti migliori di questa serie è la psicologia dei personaggi e gli assaggi di filosofia che vengono dati all’udienza: di tanto in tanto alcuni ragionamenti risultano particolarmente azzeccati e profondi, seppur espressi con le semplici parole di Honoka. Questo non rende The Third un mattone filosofico, ma aggiunge un buono spessore al tutto.
Ho tuttavia purtroppo sentito la mancanza di una vera e propria storia fino quasi alla fine: vengono dati molti indizi e si capisce la direzione verso cui si va, ma personalmente avrei gradito una trama un po’ più coinvolgente che desse più di spizzichi e smozzichi mentre i nostri beniamini affrontavano i vari lavori che venivano loro offerti. Più volte ho pensato “ecco il trigger che fa iniziare la vera trama”, solo per riceverne un altro spicchio d’informazione e nulla più.

I disegni sono di ottima qualità (eccezion fatta per due episodi, che penso abbiano fatto disegnare alle inservienti che pulivano gli studi d’animazione): le scene di combattimento, in particolare, sono davvero spettacolari e molto buone. Da evidenziare di sicuro le capacità belliche di Bogie, che sta sempre buonino e tranquillo ma che quando s’incazza è uno spettacolo da guardare.

Anche la sezione musicale è particolarmente ben sviluppata: le musiche sono davvero molto belle (ivi comprese opening e ending), si fanno notare e fanno piacere all’udito.

Voto: 8. Peccato per la mancanza di una storia corposa: i personaggi erano pronti per reggerne una. Speriamo in un eventuale seguito…

Consigliato a: chi vuole una storia di buoni sentimenti; chi ama i personaggi a tutto tondo; chi ha l’irrefrenabile tentazione di affettare tutto ciò che capita a tiro.

Annunci

One thought on “The Third

  1. Finito di vedere: concordo in tutto, soprattutto per la delusione rispetto ad una storia corposa, buoni spunti ma nessuno sfruttato a dovere. 🙂

    Anche io ho notato i due episodi disegnati dalle inservienti :asd:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...