Bartender

Di banconi, bicchieri e filosofia:

Bartender

Si potrebbe pensare che un voto alto a questo anime da parte mia sarebbe automatico, data la mia notevole propensione ed indulgenza alle bevande alcoliche, ma l’esito non era così scontato proprio in virtù di una moderata conoscenza del campo.

La “storia” è presto detta: in un bar, l’Eden Hall, lavora uno dei migliori bartender di sempre, soprannominato il Bicchiere di Dio, per la sua capacità di colpire nel cuore i suoi avventori con dei drink azzeccati alle situazioni e alle personalità.
Puntata dopo puntata ci si trova ad ascoltare le vicende dei più disparati tipi di persone, che vengono prontamente assistiti dal buon bartender che trova la soluzione a tutto con la pacatezza e la delicatezza che si addicono al suo ruolo.

Una cosa va detta subito: questo è un anime senza alcuna azione. Chi cerca avvenimenti dovrebbe starne alla larga: al contrario, se si cerca tranquillità e relax, questa è la serie giusta. Man mano che si va avanti si viene infatti avviluppati da un senso di benessere generico, dato dall’ambiente soffuso e intimo che l’Eden Hall riesce a rappresentare: ci si ritrova a desiderare di poter avere vicino a casa un posto del genere, dove poter entrare a fine giornata e dimenticare tutti i mali del mondo con una chiacchierata e un bicchiere d’altissima qualità in mano.

I disegni sono adatti al tenore della serie, con colori tenui e l’ambiente dovuto ad un pub quieto e accogliente.

Da segnalare in maniera estremamente positiva anche il modo in cui si parla degli alcolici: in tutta la serie non si parla di ubriacature, non si fa la morale a chi beve o, viceversa, a chi è astemio. Un bicchiere bevuto con gusto e tranquillità viene qualificato come uno dei piaceri della vita, senza demonizzazioni o inneggi.
Meravigliosa anche la parte storica che si propone ad ogni puntata, parlando delle origini dei vari cocktail e delle varie bottiglie in maniera molto interessante.

Insomma, questo anime (purtroppo di sole undici puntate) è una piccola perla di tranquillità e benessere che non dovrebbe attirare solo chi ama bere, ma chiunque desiderasse un angolo di benessere in una giornata nera.

Ultima nota: alla fine di ogni puntata, un vero bartender mostra il drink “della puntata” realizzato live, con una classe davvero invidiabile. È una meraviglia vederlo all’opera, e mi piange il cuore che qui in giro non ci siano posti simili!

Voto: 8.5. Poteva esser di più, ma 11 puntate scorrono davvero troppo in fretta… dannazione.

Consigliato a: chi vuole rilassarsi e farsi scaldare il cuore; chi ama ascoltare le vicissitudini altrui; chi vuol giocare a quante bottiglie riconosco durante la sigla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...