Texhnolyze

Angoscia, disperazione e una sigla dei Juno Reactor?

Texhnolyze

Iniziamo subito dal dire che questo anime non è per tutti. È improntato tutto sulla disperazione e sull’angoscia: è fortemente sconsigliato a chi già non è allegro di suo.

La storia iniziale è la seguente: in un futuristico mondo sotterraneo, un pugile fa qualcosa che non doveva fare, e per punizione gli vengono amputati un braccio ed una gamba.
Una dottoressa lo prende a suo carico e lo Texhnolyzza, cioé gli impianta degli arti artificiali avanzatissimi. Il pugile (Ichise) inizialmente non gradisce tali oggetti, ingombranti e difficili da gestire, e la sua vita pare essere in un turbinìo di disperazione. Nel mentre, in tutta la città, forti lotte intestine si stanno agitando tra i vari gruppi pseudo-mafiosi che governano il luogo…

La trama in sé è qualcosa di contortissimo. Nelle prime quattro puntate non ci capivo praticamente nulla, ma seguivo lo stesso perché c’era quel nonsoché di affascinante che mi teneva incollato. In seguito, per qualche oscuro motivo ho iniziato a capire le dinamiche che si svolgevano dietro la storia, e la stessa mi è risultata non dico chiara, ma comprensibile.
È questo, personalmente, il maggior punto di forza di Texhnolyze: non si capisce mai veramente cosa sta succedendo, ma si ha sempre l’impressione che quel che sta accadendo si incastri perfettamente con la trama che si comprenderà con un paio di puntate di ritardo. Il finale stesso lascia spiazzati ma allo stesso tempo ci si dice “eh già, effettivamente ha senso” senza riuscire a definire esattamente il perché di questa sensazione.
Un’altra interessante particolarità è la totale imprevedibilità della trama: i personaggi non agiscono in maniera insensata (anzi!), ma non è comunque quasi mai possibile prevedere cosa accadrà nel susseguirsi della storia, tenendo sempre l’interesse molto alto.

Dal punto di vista “neutro”, la parte tecnica: le musiche sono azzeccate ma non eccelse (a parte l’ottima intro), e il comparto grafico fa il suo lavoro onestamente. Il tipo di disegno è azzeccato per la serietà della serie, e non si distingue mai né nel bene né nel male.

Di negativo si può segnalare, forse, il fatto che non ci si può distrarre nemmeno un secondo, per non rischiare di perdere il filo di tutta l’intricata matassa: questo non è negativo di per sé, ma un calo di concentrazione durante una puntata si rischia di pagar caro.
Inoltre, devo dire che dal punto di vista puramente personale un simile ammasso di sconforto e disperazione è davvero pesante da digerire, e ho dovuto intercalare nel contempo un’altra serie decisamente più leggera
per evitare l’eccessiva pesantezza del tutto.

Voto: 8.5. Mezzo punto per la canzone in italiano che si sente in sottofondo: sono sempre belle sorprese.

Consigliato a: chi vuol lambiccarsi il cervello; chi non ha paura dell’angoscia; chi vuol vedere dove andrà a parare la società umana nel futuro.

Annunci

3 thoughts on “Texhnolyze

  1. questo anime è un capolavoro assoluto. E chi risponde “è troppo negativo” vada a vedersi altre serie e stia lontano da questa senza giudicarla 😀

    Il pezzo finale con la canzone, è semplicemente il non plus ultra del disagio.

    C.

    1. Personalmente -come si può leggere- qualche difetto l’ho trovato; rimane comunque vero che è un lavoro sperimentale imho molto coraggioso, e che ha molti spunti estremamente interessanti ed un finale da standing ovation.

  2. haha ma no è ovvio che difetti ne ha, anche perché sinceramente anche io ho visto anime che reputo migliori. Però devo dire che hai azzeccato la parola, è coraggioso come progetto. Del resto sono poche le serie che osano fare una storia di tale complicazione senza andare ad annodarsi in un groviglio inutile..

    P.S. scrivi così bene, e poi metti un imho! per piacere! secondo il mio modesto parere, è meglio in italiano XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...