Seto No Hanayome

Una delle produzioni più comiche del 2007:

Seto No Hayanome

La storia è semplice, anche se abbastanza originale: durante le sue vacanze estive, Nagasumi -in vacanza al mare- rischia l’annegamento. Viene salvato da una sirena che lo porta a riva, e poi sparisce misteriosamente.
Peccato che, poche ore dopo, si scopra che:
a) chiunque viene a conoscenza dell’esistenza delle sirene deve morire
b) la sirena in questione, San, è figlia di un capo-yakuza sottomarino
c) l’unico modo per salvargli la vita è sposare San, nonostante l’iperprotettività (e l’iperviolenza) del padre.

La storia si svolge quindi in un ambiente da romance/harem comedy, in cui non si sa bene perché ma tutte  le ragazze sono più o meno segretamente innamorate di nagasumi, e lui è il solito bietolone.
Fin qui, niente di speciale. Cosa c’è pertanto di così comico in questa serie?

In primis, i disegni. È una produzione recente e si vede: i disegni sono esplosivi, adrenalinici, esageratissimi, superlativi. Anche mettendo il mute la sola rappresentazione grafica spesso fa sbellicare dalle risate, proprio per le esagerazioni esistenti: con l’audio, la situazione migliora ancor di più in virtù delle voci ottimamente scelte (in japunese, ovviamente).

In secondo luogo, i personaggi. Quasi tutti risultano assolutamente divertenti, e molto diversi tra loro. A parte San, più o meno tutti passano il tempo massacrando Nagasumi per i motivi più disparati, e vista la sua bietolonaggine la cosa non può che fare piacere. Menzione speciale per i genitori del ragazzo, assolutamente geniali, e per Masa, il mio preferito (e pure quello di tutti nella serie… a voi capire perché).

In ultimo, le musiche. A partire dalla sigla iniziale (che sembra una leggera canzone estiva, molto adatta al tono e all’ambiente dell’anime) la qualità si dimostra buona: in considerazione che una delle armi delle sirene è il loro canto, qui e là ci sono delle canzoni ottimamente interpretate e davvero ben orecchiabili. Meravigliosa la canzone-yodel del sonno, ma pure quella della guerra non scherza.

Insomma, un anime perfetto? Purtroppo no. Sorvolando sulla mancanza di una trama seria (nessuno ne pretendeva una, in questa marea di idiozie), per due terzi della serie mi sono chiesto “finirà nella maniera squallida e prevedibile che immagino?”.
Purtroppo la risposta a tale domanda è sì. Non anticipo nulla per ovvi motivi, ma sono sicuro che entro puntata 10 tutti voi avrete capito il tono, i termini e la qualità del finale. Non che fosse fuori posto, in qualche modo doveva pur finire: il tono è tuttavia totalmente stonato con il resto della serie, ed è un vero peccato.

Voto: 9. Poteva essere di più con un bel finale; comunque, risulta davvero divertentissimo.

Consigliato a: chi ama i super-deformed; chi vuole sbellicarsi dal ridere; chi vuol vedere la yakuza più assurda del mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...