Samurai Champloo

Cosa succederebbe se provassimo ad ambientare Cowboy Bebop nel giappone feudale? Uscirebbe

Samurai Champloo

Il primo impatto con questo anime è stato dei peggiori: credo che abbia la peggior opening della storia degli anime. Ma proprio brutta brutta eh. Non che non mi piaccia il genere (è hip-hop), ma è davvero fatta male la canzone.
Passsato tale primo trauma, però, ci si ritrova in una prima puntata che è al fulmicotone: si capisce subito che si sta guardando un anime d’azione, di ottima azione, con dei personaggi interessanti, molto interessanti.

Vediamo infatti che Jin, un samurai con tutte le carte in regola, incontra in maniera quantomeno fortuita Mugen, una specie di bestia selvaggia dotata di spada, e -in una sfida per vedere chi è più forte- vengono catturati dalle guardie che li seguono per circa 9000 reati commessi. Vengono salvati dalla loro inumana abilità con la spada e da Fuu, la cameriera della sala da té dove si erano incontrati, che fa loro promettere di aiutarla a trovare “il samurai che profuma di girasoli”. I tre si mettono quindi in viaggio per la loro meta.

A seguito della prima puntata, ci troviamo pertanto molto soddisfatti: abbiamo già un’idea della trama, conosciamo i personaggi e siamo pronti ad imbarcarci in mille avventure!
È dopo qualche puntata che il punto debole di Samurai Champloo viene a galla: la trama semplicemente non si sviluppa, e i personaggi nemmeno. Dall’inizio alla fine ci si ritrova a vedere degli pseudo-filler che li avvicinano poco a poco alla loro meta, ma senza spiegare appieno il perché e il percome del loro viaggio. Capisco che la trama vada svelata a poco a poco, ma quando mi son ritrovato a puntata 14 ne sapevo esattamente tanto quanto ne sapevo a puntata 1, o poco più. Questo mi è risultato abbastanza fastidioso.
Un qualche accenno di evoluzione della trama e di (prevedibile) evoluzione dei personaggi si ha nelle ultime 5-6 puntate, ma anche qui non ci si ritrova sconvolti o meravigliati.

A difesa di questa produzione, va però detto che se si cerca una serie d’azione con spade e samurai, questa è perfetta: le scene di combattimento sono molto fluide e, nonostante alla lunga possano risultare un pochino ripetitive, risultano sempre gradevoli e intriganti.

Dal punto di vista tecnico, la grafica non ha nulla da eccepire: disegni azzeccati per l’epoca in cui è ambientato l’anime (edo era, anche se non sono mai troppo precisi in merito all’anno). L’occhio ne risulta appagato e sia le scene ferme che quelle di grande movimento son ben disegnate. Vedere Mugen che combatte è sempre uno spettacolo.

Il lato audio merita un commento a sé: lasciando stare il tonfo della canzone iniziale, per il resto è decisamente molto bello e insolito, con dei cambi-scena a suon di scratch e altre particolarità davvero inusuali che però si fondono bene con questa serie.
Uno dei punti più belli di Samurai Champloo è difatti la contaminazione di generi e gli anacronismi che si ritrovano mentre si segue l’anime: ci si ritrova con una versione-samurai dei writers, dei gangsta hip-hop, dei fanatici del baseball e di mille altri generi che in teoria non avrebbero niente a che fare con l’epoca in cui ci si trova, ma che vengono molto ben adattati alla situazione e risultano rinfrescanti e piacevoli.

In ultimo, un commento sul finale: senza svelare nulla, devo dire che mi ha lasciato parecchio perplesso. Non mi piacciono molto gli eroi immortali senza motivo, e non mi piace che “i buoni vincano sempre” solo perché l’autore ha deciso così. Capisco che un’altra fine avrebbe dato un diverso tono alla serie che risulta altrimenti abbastanza ridanciana e scanzonata, ma in tutta onestà son rimasto un po’ amareggiato.

Voto: 7. Molti lati buoni, ma la carenza di una trama avvincente si fa sentire.

Consigliato a: chi ama i samurai; chi vuole una storia hack’n’slash senza troppi ragionamenti intorno; chi vuol vedere un capoeira-samurai.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...