Noein

Se Salvador Dalì disegnasse un anime, sarebbe

Noein

La storia è parecchio complessa, e si capiranno molti degli aspetti della stessa solo alla fine: per non rivelare troppi spoiler, possiamo dire che 15 anni nel futuro, la terra è stata pressoché distrutta. Gli uomini abitano sottoterra, e sulla superficie si scontrano alcuni valorosi guerrieri con dei mostri allucinanti: la sopravvivenza è a rischio, e la miseria totale.
Tali guerrieri vengono quindi ai giorni nostri a cercare una “Dragon Torque”, che possa salvare il loro tempo dalla dimensione di Shangri-la, che tutto sta divorando: si scopre così che un giovincello, Yuu, è semplicemente uno di quei potenti guerrieri 15 anni prima. E si nota che la somiglianza con alcuni degli altri è anche abbastanza notevole…

Come detto, la trama è abbastanza complicata. Non si riesce mai a capire chi siano i cattivi, e le situazioni continuano a cambiare: alcune spiegazioni sono davvero difficili da comprendere, e il tutto risulta un po’ sgradevole da vedere poiché si ha sempre l’impressione che qualcosa sia sfuggito: tra viaggi nel passato e spiegazioni di fisica quantistica, ogni tanto si rischia di perdersi qualcosa.. Per fortuna, alla fine tutti i pezzi tornano al loro posto, e ogni cosa acquista un senso.

Dal punto di vista artistico, ci sono alcuni punti forti e altri deboli: i giganteschi mostri della dimensione futura sono assolutamente meravigliosi, parto di una mente turbata e psicotica, esattamente come dei mostri dovrebbero essere.
Purtroppo le scene di combattimento con essi risultano fatte diversamente dal resto dell’anime, e personalmente non le ho trovate molto accattivanti: gusti personali, ma secondo me hanno perso una buona occasione.

Senza dire molto altro (rovinerebbe le mille sorprese), Noein è un anime molto strano e contorto, ma abbastanza piacevole da vedere. Alcune scene sono memorabili, mentre purtroppo altre sono meno convincenti. Un po’ troppi alti e bassi, che però non rovinano del tutto la qualità finale della serie.

Voto: 7.5. Gradevole, seppur con qualche calo.

Consigliato a: chi vuol una storia in cui si debba concentrare; chi ama il concetto di dimensioni parallele; chi vuol capire chi è il vero cattivo solo all’ultimo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...