Tenjou Tenge

Ci occuperemo ora di un po’ di pedate in faccia:

Tenjou Tenge

Credo che di per sé la descirzione migliore sarebbe quella con la quale tale anime è stato passato: un negro e una tettona che prendono a calci in faccia gente a caso in una scuola. Andrò un po’ più nel dettaglio, ma fondamentalmente il succo sta tutto qui.

In pratica, la storia è di due bulli (Souichiro e Bob) che arrivano in una scuola per conquistarla a suon di calci e pugni: peccato che, a seguito di un paio di incontri sfortunati (per i due poveri bulli) vengono presi a sonori schiaffoni e spadate da una coppia di sorelle quantomeno bizzarre e potenti (Aya e Maya) e un ragazzo dall’apparenza tranquilla, ma che riserva qualche sorpresina (Souichiro).

L’anime intero è orientato verso il ridanciano, con una delle sorelle innamorata follemente (e senza motivo apparente) di uno dei bulli, che vengono in seguito integrati nella scuola e diventano un buon gruppo ; in seguito, la storia devia sulla scuola in sé, e a mille altre cose che vengono risolte a calci e pugni.

I disegni sono abbastanza carini, anche se avrebbero potuto esser un po’ meglio. I combattimenti iniziali son davvero belli, ma in seguito perdono attrattività e risultano un po’ ripetitivi, anche se in ogni caso gradevoli.

Il grande problema di questo anime è la storia. Tenjou Tenge è preso dall’omonimo manga, che è molto più lungo e complesso: nella serie animata, come d’uso comune, ne si prende solo un pezzo. Peccato che abbiano preso un pezzo che finisce nel nulla, non rispondendo ad alcuna delle domande e non concludendo alcun plot! È un errore davvero grossolano, e se già la storia traballa durante le puntate, alla fine -quando si capisce che non esiste una conclusione dell’anime- crolla miserabilmente.

Rimane una serie carina da guardare, soprattutto per la prima metà: combattimenti random e allusioni ecchi un po’ ovunque, che però nella seconda metà vengono rovinate dalla storia che davvero non sta in piedi, lasciando un grande senso di insoddisfazione alla fine.

Voto: 6.5. Peccato: l’inizio sembrava davvero bello.

Consigliato a: chi apprezza i combattimenti di pseudo-arti marziali; chi vuol vedere due gnocche semi-hentai picchiare come camionisti; chi vuol capire di cosa si parla quando si dice un negro e una tettona che prendono a calci in faccia gente a caso in una scuola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...