Cowboy Bebop

Dal 2000 una storia nello spazio, tra risate e serietà:

Cowboy Bebop

Spike e Jet sono due cacciatori di taglie che girano per lo spazio, tirando a campare tra un lavoretto e l’altro. A seguito di varie avventure la ciurma della nave tuttavia aumenta, con l’aggiunta di Faye (che ricorda un po’ Margot di Lupin nei suoi modi di fare) e Ed, una ragazzina totalmente sconclusionata ma assolutamente imbattibile quando si parla di bucare reti informatiche.
Le avventure si susseguono una dopo l’altra, mentre impariamo a conoscere i nostri eroi. Ma cosa si nasconde nei loro passati? Cosa li ha portati ad una vita da nomadi? Da cosa stanno fuggendo?

La storia inizia in maniera molto allegra e sembra particolarmente spensierata: nelle prime puntate si seguono varie vicende e c’è parecchio da ridere unitamente a parecchia azione, ma verso metà della serie il cambiamento di tono è deciso e intenso: la storia si fa molto più seria, greve e si va a scavare nel passato dei personaggi, trovando delle storie spesso inaspettate.

Proprio sui personaggi si regge l’intera seconda parte della serie: dopo aver tanto riso con i protagonisti, ci si trova a conoscerli sotto una luce nuova e profonda. Alcuni hanno segreti da nascondere, altri un passato di dolore e altri meno: ciò non toglie che ci si trovi ad apprezzarli ancor di più, e a tenere a loro.
Nel finale, dove i nodi vengono al pettine e i vari caratteri si incontrano in tutta la loro complessità, l’intensità raggiunge dei livelli davvero epici: un finale così raramente si è visto in un’altra serie simile.

La grafica, per essere del 2000, è molto bella: i disegni sono ben fatti e l’animazione è fluida. Il sonoro è invece davvero buono, con una colonna sonora che sembra uscita da un telefilm degli anni ’70.

Voto: 9,5. Il cambio di tono tra la prima e la seconda parte è forse eccessivo, ma rimane una serie meravigliosa.

Consigliato a: chiunque ami della buona fantascienza d’azione; chiunque apprezzi una storia coerente e profonda; chi vuol conoscere il padre di Ed, che è il genitore più assurdo del mondo.

Annunci

2 thoughts on “Cowboy Bebop

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...